Tags

, , , , , , , , , , , , , ,

Con piacere segnaliamo che martedì 20 giugno 2017, dalle ore 10, presso Aula 1 di Palazzo Ricci, il prof. Francesco Rossi terrà, nell’ambito del Dottorato in Filologia, Letteratura e Linguistica – Curriculum letterario, una lezione su:

Il genere della caratteristica letteraria nell’Europa illuminista e romantica

La caratteristica letteraria rientra nel novero dei generi storico-biografici e si distingue dalla biografia per il suo andamento saggistico e prevalentemente descrittivo. Ciò la pone all’origine dei moderni generi del profilo critico e della biografia intellettuale. In ambito tedesco, con il termine “caratteristica” (Charakteristik) si intende in senso lato una descrizione di carattere (storico o fittizio), mentre in senso stretto un genere di scrittura saggistica che raggiunge il suo apice tra il primo romanticismo tedesco e il Vormärz. Johann Gottfried Herder, i fratelli Schlegel e David Friedrich Strauß hanno prodotto esempi paradigmatici di Charakteristiken. Questa tradizione si intreccia con la riflessione condotta In Inghilterra sulla biografia da autori quali Samuel Johnson e James Boswell e Thomas Carlyle, oltre che con il moral criticism. Il principale vettore di caratterizzazione intellettuale in Francia e in Italia, prima dell’era dei plutarchi e delle grandi biografie è dato invece dal genere epidittico dell’elogio, fiorente negli ambiti accademici di entrambi i contesti nazionali, basti pensare alla grande tradizione degli éloges académiques e all’esempio paradigmatico di Fontenelle (in stretto contatto con Gottsched). In Francia il genere conosce sviluppi importanti attraverso gli scritti di D’Alembert, Diderot e Antoine-Léonard Thomas, in Italia con gli Elogi di letterati italiani di Ippolito Pindemonte.

Per maggiori informazioni sui seminari del dottorato:

http://www.fileli.unipi.it/phd/calendario-didattico-a-a-20162017/

Advertisements