La Scuola Normale ricorda Remo Bodei

Tags

, , , , , , ,

Con piacere segnaliamo il ricordo di Remo Bodei che si terrà domani lunedì 9 dicembre presso la Scuola Normale di Pisa.

Bodei_SNS

Conferenza: “Gli spazi e i tempi della forma: storia naturale delle rovine”

Nell’ambito delle attività autogestite svolte con il contributo finanziario dell’Università di Pisa (att. n. 2007), venerdì 15 novembre 2019 si terrà la conferenza “Gli spazi e i tempi della forma: storia naturale delle rovine”, organizzata dal laboratorio su Antichi e Moderni di Zetesis.

Di seguito il programma e la locandina scaricabile

 10 Palazzo Curini, Via Santa Maria 89, Aula A4

Coordina: N. Ramazzotto (Zetesis-Unipi)

10,00 M. Marcheschi (Zetesis-FSC-Modena), Introduzione

10,15 F. Desideri (Unifi), La rovina e il Trauerspiel dell’opera. Simmel, Benjamin, Kiefer

11,15 A. Barale (Unifi), “A Hideaway in the Wastelands”: Warburg, Benjamin e la AI art

12,15 G. Pucci (Unisi), Rovine, macerie, memoria: eterocronia e eterotopia

 

  1. 14,30 Palazzo Curini, Via Santa Maria 89, Aula B2

Coordina: E. Bacchi (Zetesis-Unipi)

14,30 C. De Cosmo (Zetesis-Unipi), Das Schiffshaus: rovine, frammenti e non contemporaneità nel pensiero di E. Bloch

15,30. F. De Simone (FSC-Modena), La ricostruzione come distruzione della distruzione: Günther Anders e la storia in rovina

16,45 S. Tedesco (Unipa), Buchstabenbrücke zwischen Unglück und Trost. Rovina, malinconia, tessitura estetica nella scrittura di Sebald

Volantino corretto

Ricordo di Remo Bodei

Ieri è purtroppo venuto a mancare Remo Bodei. Una delle sue capacità maggiori era quella di delineare orizzonti, di catapultare chi lo ascoltava o leggeva in un mondo affascinante fatto di tipi spesso strani e problemi che ne aprono altri piuttosto che risolversi in risposte. È il mondo della filosofia. Con i suoi libri, le sue conferenze e le lezioni che alcuni di noi hanno avuto l’opportunità di frequentare quando ancora teneva un seminario per il corso di laurea specialistica a Pisa, Remo Bodei ha alimentato la nostra passione per la filosofia e il sogno di diventare filosofi. Remo Bodei era in prima fila al primo convegno di Zetesis su “Hegel e il movimento fenomenologico” (2014), ha partecipato al convegno su “Dialettica e fini della ragione” (2016). Per questo la comunità di Zetesis vuole mandare il suo abbraccio alla sua famiglia e ai suoi amici e colleghi. A chi vuol diventare filosofo o a chi ha dimenticato perché lo è diventato Bodei lascia una vasta bibliografia in cui perdersi come in una labirintica metropoli.

Comunicato: Solidarietà al popolo curdo

Solidarietà al popolo curdo e alle altre popolazioni della Federazione Democratica della Siria del Nord 

Come studentesse e studenti, dottorande e dottorandi, ricercatrici, ricercatori e docenti del gruppo di ricerca Zetesis, accogliamo l’appello delle Università del Rojava e di Kobane ed esprimiamo la nostra solidarietà alle comunità curde e alle altre popolazioni della Federazione Democratica della Siria del Nord, che da settimane subiscono una violenta offensiva da parte dell’esercito turco.

Crediamo che alla base della nostra missione di studiose e studiosi stiano la condivisione di saperi, la promozione delle scienze e la circolazione libera ed egualitaria della cultura. Questi principi fondamentali ispirano da sempre l’esperienza del confederalismo democratico e sono oggi in grande pericolo. Come studiose e studiosi non possiamo restare indifferenti di fronte al genocidio che si sta consumando nella Siria del Nord.

Per questi motivi, chiediamo formalmente al Senato accademico dell’Università di Pisa di condannare gli attacchi brutali che il popolo curdo sta subendo. Apprendiamo, inoltre, con preoccupazione che ricevere aggiornamenti dai territori colpiti dall’aggressione turca è sempre più difficile, anche a causa della censura nei confronti degli organi di informazione indipendente.

Riteniamo che sia compito delle Università favorire momenti di confronto su quello che sta accadendo. Chiediamo per questo al senato accademico di pronunciarsi in favore di seminari e assemblee, di agevolare la circolazione di notizie e condannare duramente qualsiasi atto genocida, come quello che si sta svolgendo in queste settimane ai danni del popolo curdo e delle altre popolazioni della Federazione Democratica della Siria del Nord.

Come socie e soci del centro di ricerca Zetesis pensiamo che compito primo della cultura sia diffondere la pratica critica del pensiero. Questo significa per noi schierarci con la resistenza dei popoli contro la violenza imperialista e gli atti di oscurantismo.

Un’attività intellettuale e pedagogica che rimanga indifferente di fronte a quanto sta accadendo non sarebbe degna di tale nome. Perciò invitiamo la comunità studentesca e accademica tutta a unirsi alla nostra richiesta, a diffondere questo appello e sottoscriverlo scrivendo a zetesis@unipi.it e/o commentando sotto il post.

Le firmatarie e i firmatari (in aggiornamento)

Marta Vero
Carolina La Padula
Chiara De Cosmo
Danilo Manca
Alfredo Ferrarin
Elisa Bacchi
Matteo Corsi
Antonio Raggi
Leonardo Massantini
Matteo Marcheschi
Nicoletta Gini
Edoardo Raimondi
Valentina Serio
Agnese Di Riccio
Marco Rizzo
Luigi Filieri
Iacopo Chiaravalli
Fabio Fossa
Mario Pati
Anna Romani
Alessandra Fussi
Olivia Tersigni
Antonella La Padula
Filippo Nobili
Filippo Gobbo
Luciano Perulli
Giulia Cantamessi
Niccolò Izzi
Gianluca De Fazio
Elisa Orsi
Tommaso Parducci
Bia Giommoni
Francesco Pasquini
Nicola Ramazzotto
Matilde Carrera
Emmanuela De Toni

Link informativi utili:

Prof. Nikulin presenta il suo libro “The Concept of History”

Con piacere segnaliamo che nell’ambito del corso di filosofia teoretica del professor nikulinAlfredo Ferrarin, giovedì 24 ottobre, alle ore 11.15, nella Gipsoteca di Piazza San Paolo all’Orto, il professor Dmitri Nikulin (New School for Social Research, New York) discuterà il suo libro “The Concept of History” (Bloomsbury, London-New York 2017). Dopo un commento del Prof. Ferrarin seguirà un dibattito aperto ai partecipanti.