Tags

, , , , , , , , , , , , , , , , ,

Giovedì 26 ottobre, presso Aula C2 del Polo Piagge (via Giacomo Matteotti 3, Pisa) avrà luogo la prima giornata di studi dedicata al tema:

La leggibilità della natura.

La formazione del moderno pensiero scientifico tra esperire e interpretare.

La giornata è organizzata da Zetesis, sotto il coordinamento di Nicoletta Gini, e rientra fra le attività studentesche autogestite dell’Università di Pisa.

Intervengono:

9:30 – 12:30
Prof. Guido Giglioni (Università di Macerata):
La natura impara a leggere e scrivere: Mente, mano e mondo nel “Liber de sensibus” di Charles de Bovelles.

Dott.ssa Sara Taglialagamba
(Université Paris 1 – Sorbonne) 
Gli automata: dal bello all’utile e viceversa. Dagli automatismi all’anatomia in Leonardo.

14:30-18:00
Dott. Paolo Rossini (Scuola Normale Superiore di Pisa)
Giordano Bruno e la matematizzazione della natura.

Dott. Iacopo Chiaravalli (Università di Padova)
La natura del metodo: un’ambiguità baconiana in Descartes.

Dott. Danilo Manca (Università di Pisa)
Blumenberg e le virtù della caverna dei moderni.

Advertisements